Morte ritardata del Corvo di Kepos

Chi possiede questo talento è in grado di procastinare la propria morte per un breve periodo: quando si ricevono danni letali e si raggiunge il -10 si otterranno indietro un numero di Pf. equivalenti al proprio livello (non si può superare il massimo dei propri pf disponibili comunque); questo recupero di energia sarà solo temporaneo però e durerà 1 RND per p.to ROBUSTEZZA posseduto. Alla fine di questo periodo i pf extra svaniranno e il pg tornerà al -10 originario e morirà. E' possibile nel frattempo però curarsi cercando così di annullare la morte incombente. Se durante questo periodo si ricevono ulteriori danni, questi verranno scalati dal punteggio attuale, se si raggiungerà lo 0 in questo frangente temporale si morirà senza possibilità di ulteriore chance. Questo talento è attivabile una sola volta per combattimento e una sola volta al giorno come meccanica di free game. Questo talento può essere concesso solo ai seguaci di Lugh, perdere l'affiliazione o abbandonarla significa perdere il talento e subire una perdita di 10 Px. (punti esperienza). Ogni volta che Lugh concede questo miracolo spende 100 (cento) punti esperienza. Se il Dio Corvo Lugh muore o scompare anche il talento scomparirà ma senza ripercussioni attive sul player che lo possedeva. Lugh non può applicare questo talento su se stesso o più volte su una stessa persona. 



Nota: 
Il talento può essere concesso con un rituale giocata semplice presso il tempio del Corvo (o un tempio della Morte equivalente), altrimenti può anche essere effettuato "in giro per il mondo", ma a Lugh occorreranno i suddetti ingredienti. 
• 1 Piuma di fenice 
• Una urna sepolcrale 
• Ceneri consacrate (qualsiasi) 
Il tutto necessiterà di una giocata libera doppia (nessun tempo minimo prestabilito ma almeno 20 azioni da parte del richiedente e del concessore).


Previous page: Hardcore Survivor
Pagina seguente: Passo Fantasma