Rapporti tra le razze

Questa è una guida dei rapporti che intercorrono tra le razze. Non è da considerare come fissa e cristallizzata, ma è una indicazione generale di come interagiscano tra loro. Ovviamente il tempo, la conoscenza e i caratteri specifici dei pg fanno il resto.


Neph-El - El-Beth

Queste due razze sono in una momentanea tregua forzata, dovuta al timore di scatenare nuovamente una guerra immensa che possa portare ad uno sterminio come già successo in passato. Ogni membro delle due razze è cresciuto comunque in un ambiente in cui l'altro Ghibborim è considerato l'origine di tutti i propri mali e il contatto tra due rappresentanti opposti non è mai pacifico.

Gli ElBeth, votati al "bene" e tendenzialmente costruttivi, vedono nei NephEl la corruzione delle anime, il male, la distruzione. Sconfiggerli o anche solo scacciarli viene visto come un obbligo di salvezza per tutti.

Al contrario i NephEl considerano gli ElBeth altezzosi, ipocriti, anche originari di ogni male che affligge i NephEl volendo. La facilità con cui possono accumulare Quantum dai seguaci può scatenare invidia e c'è sopratutto da aggiungere che reliquie o sangue ElBeth sono decisamente dell'ottimo materiale per delle pozioni di grande potere.



Ghibborim - Umani

Il rapporto di NephEl ed ElBeth verso gli umani è sicuramente mutevole e disparato. Se da una parte gli umani sono in entrambi i casi il centro della "produzione" di Quantum, dall'altra parte c'è anche una diffusa sensazione di superiorità dei Ghibborim verso gli Adam, che si può tradurre in molti modi.
Gli umani possono essere visti come un giocattolino utile, come un animaletto da accudire, come uno schiavo da sfruttare, come un alleato, amico, amante, come un oggetto di cui fare uso... Molto dipende anche dall'indole del Ghibborim stesso.

Gli ElBeth sono in generale tendenzialmente più protettivi verso i propri seguaci, anche per il semplice fatto che la loro adorazione è fonte diretta di Quantum, e avere molti seguaci risulta molto potere, ma il loro rapporto può essere più distaccato da "dio" superiore verso i suoi sottoposti, oppure più vicino e personale.

I NephEl, ottenendo potere in modo indiretto, possono preferire uno sfruttamento più massiccio dei propri fedeli, spingendoli anche agli estremi e perfino alla morte (l'auto-sacrificio di un proprio seguace è comunque fonte di potere), ma niente vieta di avere un rapporto più intimo con loro, fino agli estremi delle perversioni (altro potere anche qui, di corruzione).


Umani - Ghibborim

Gli umani o Adam, soprattutto se non nativi di Intermezzo, hanno con i Ghibborim il rapporto che si può facilmente immaginare. Trovarsi di fronte una divinità o un demone, magari anche con lo stesso nome di qualche antico dio conosciuto sulla terra, può decisamente fare un effetto destabilizzante.
Scegliere di sfuggirgli o sottomettersi per paura, seguirlo per rispetto o per guadagno, è comunque una prerogativa del personaggio, ma di certo stupore e timore sono una prima reazione per chiunque possa incontrare la prima volta esseri di quel genere.
Difficile che davanti ad un "dio" si possa provare indifferenza.


NeoUmani - Ghibborim

I NeoUmani provano repulsione per ogni alterazione genetica, e i Ghibborim in quanto incroci tra umani e "altro" lo sono di certo. Il primo approccio sarà sempre e comunque di diffidenza, per quanto anche in questo caso si possano fare eccezioni. Inoltre, la Quiete, la razionalità e la certezza di essere una società pacifica e in evoluzione non rende centrale il bisogno di affidarsi a qualcuno di superiore. Di certo è molto difficile che un NU diventi seguace, anteponendo il proprio Signore al Sistema che è centrale. E al tempo stesso è difficile che un Ghibborim accetti di essere secondo a questo "Sistema".


Ghibborim - NeoUmani

Per quanto riguarda i NephEl la scarsità di interesse verso i NU è dovuta anche e sopratutto ad una questione di qualità dei sacrifici. Una creatura non totalmente di carne, o anche semplicemente che non teme la morte in quanto tornerà in vita in ogni caso, è decisamente poco interessante a livello di sacrificio. Inoltre la Quiete che mitiga le loro reazioni ed eccessi, li rende ancora meno interessanti e poco utili per essere spinti appunto ai limiti.

Dal lato ElBeth rimane sempre il discorso che difficilmente un NeoUmano del Sistema potrebbe anteporlo ad una divinità, e questo lo rende un seguace poco devoto. Se da un lato gli ElBeth possono considerare la Quiete saggia, è difficile che considerino i NeoUmani più di un placido servitore o un giocattolino interessante.


NeoUmani - Umani

L'interconnessione tra i NeoUmani li fa considerare superiori agli Umani, sia a livello di abilità e comprensione, sia a livello morale. I NU si definiscono tali in quanto evoluzione dell'umanità e gli umani al di fuori della chiesa spesso vengono etichettati come retrogradi e bestiali, come rapportarsi con dei primitivi.
Dall'altro lato questa convinzione fa si che gli Umani tendano a vedere i NeoUmani come razzisti e spocchiosi. 
Tuttavia, tra questi due estremi vi è anche una zona grigia di pacifica e reciproca tolleranza, per quanto gli umani siano tollerati alla chiesa solo per un periodo limitato, a meno di speciali situazioni di gioco. Chi si unisce alla comunità, deve comportarsi come un neoumano, in ogni caso, e non tutti gli adam sono disposti ad avvicinarsi al loro modo di essere o a diventare neoumani. 


Previous page: Neph-el: approfondimenti
Pagina seguente: Che lingua parlo?